basket bambini borgaro,L’unione fa la forza
    • 03 DEC 17

    Prima di lasciarvi al racconto della nostra Mamma Nicolosi  e quello di Papà Palmaè desiderio di tutta la società ringraziare coloro che hanno reso possibile questa giornata:

    Leo e il suo furgoncino che ci hanno permesso di traslocare nonostante le temperature e gli orari proibitivi, perché conosco poche persone che alle 8 di mattino e con meno 5 gradi sono disposte a sollevare 200 kg di canestro sorridendo, ancora meno che lo fanno risultando pulite all’antidoping.

    Tutti i ragazzi dello staff e coloro che ci hanno dato una mano a festa iniziataperché hanno saputo gestire e divertire più di 100 bambini in questa avventura.

    Tutti i genitori che sono venuti a portare i propri figli nonostante il meteo e i km di strada e che hanno regalato loro questa giornata di festa.
    E infine Nobis che ha creduto in noi quando è iniziato il nostro viaggio ed ancora oggi ci sostiene.

    Grazie da tutti noi di Lo.Vi



    Lo.Vi e la neve


    Ieri mattina ci siamo avviati verso la palestra di Caselle, con il paese imbiancato di neve:
    quando nevica provo sempre entusiasmo, gioia e pace e mi piace paragonare le stesse sensazioni al torneo di ieri.

    Entriamo nel palazzetto gremito di gente:
    tutti gioiosi, tutti sorridenti, bambini che giocano e danno il massimo impegno ed esultano in modo coinvolgente per ogni risultato.

    La Nobis ha davvero "coccolato" i bambini e non solo loro, con dei gadget per ognuno, la coppa per ogni squadra vincitrice e una torta per ogni gruppo e che dire dello Staff?
    tutti sempre super impegnati a rendere ogni "singolo evento" SPECIALE, sempre con lo stesso, se non maggiore, entusiasmo:
    chi montava e spostava canestri, chi distribuiva sorrisi e cibo ai nostri figli "affamati" post-partita, chi puliva la palestra,chi arbitrava le partite ininterrottamente dalle prime ore del mattino e chi consigliava e incoraggiava i ragazzi dalla panchina, chi cercava di non far scivolare i nostri ragazzi sul pavimento, ahimè bagnato, perché cadeva l’acqua dal soffitto....

    Poi ci sono loro: i nostri ragazzi, che hanno giocato il torneo "contro/insieme" gli stessi loro compagni.

    Come sempre hanno cercato di dare il massimo, ma in questa circostanza ho notato che qualcuno giocava come se giocasse con qualsiasi altro avversario e qualcuno invece sembrava un po’ impacciato a giocare "contro" gli stessi compagni.

    La cosa bella era il tifo di noi genitori: non si capiva per chi bisognava tifare: se faceva canestro la squadra sei propri figli applaudivi, ma allo stesso tempo applaudivi quando faceva canestro anche l’altra squadra: 
    praticamente si applaudiva sempre !

    L’aria che si respirava era semplicemente gioiosa, entusiasmante, serena...
    proprio come quando nevica....

    Lo.Vi e la neve !



    Partita "Lo" - "Vi"


    Bravi ragazzi...
    Oggi avete dato a noi genitori una grossa emozione...
    Scontrarsi tra voi compagni di squadra é stato davvero unico..senza alcuno sconto per nessuno, un vero e proprio match.
    Ebbene si avete vinto voi...

    Forza LO. VI

Lascia un commento

Cancel reply